Sunday, 10 February 2013

Understanding water areas in art images. It is not possible to control the uncontrollable!

Water is an important factor and the main character and cause of destruction in London Views, Cnut, Fleet Street and the  Lost Angeles series. Is water a symbol or a metaphor? What does it represent when linked to a city?
 Let's leave for a moment the concept of water linked to old myths about ancient tales and prehistoric inundations and the Flood myths that treat about Universal Catastrophes, and let's try to think of what water and inundations could mean nowadays linked to infrastructures and cities, as we find it in the artist's representations. 
In the London Views series, the Thames Barrier, for example, is irreversibly destructed by the flood, and with it, also many other status-symbols of the city.
 The bridge is another important element of a city and presents itself as a useful tool to overcome a problem of reaching a point beyond water division of a land. The bridge  was in fact constructed originally (in the large- all bridges are)  to link two important points of the city. By a practical meaning: obviously to make it easier to reach one point after, if you find yourself before the water that gaps an itinerary that you have to span. By a practical use, also linked to the market trade, to make the flowing of stocks and goods capable to reach every point of the city. 
Then the bridge itself represents (symbolically) therefore the great governmental power and a great financial wealthiness of a city. (An architect or an engineer who is capable to project and build a bridge is considered ''a man of a great intellect'' and therefore constructing bridges was not a splendour for every common city)
  The urban space could be in fact translated into words and concepts, as one of the most important sectors of values and investments by the State. The water area is usually a well-observed zone, and always subordinated to a strict control. It is a subject of a permanent cares by the public authorities and especially by holders of a good technical knowledge.
This water area has no limits or boundaries in the representation of all the apocalyptic panoramas in London Views, Fleet Street, Lost Angeles, as it get beyond the destructed barrier and now even the authorities (King Cnut)are not able to control or stop the water that advances to swallow the remaining city as a form of pride for the government.






*NON E' PIU' POSSIBILE CONTROLLARE L'INCONTROLLABILE!

L'acqua il fattore- fenomeno-causa della distruzione della serie di London Views, Cnut, Fleet Street Apocalypse e la serie di Lost Angeles. L'acqua viene usato nelle rappresentazioni dell'artista come simbolo o  come una metafora? Che cosa rappresenta di per sé l'acqua collegata ad una città?
  Lasciamo per un attimo il concetto di acqua legata ai miti antichi e ai racconti delle inondazioni preistoriche come anche in questo caso inondazione come un qualche collegamento al Diluvio Universale, e proviamo a pensare a quello che l'acqua potrebbe significare oggi, legata appunto da una rappresentazione con infrastrutture e città: esattamente come la troviamo nelle rappresentazioni di Stanley Donwood, nelle quali acqua e città stanno sempre insieme.
Nella serie di London Views, il Ponte di Londra (London Bridge), per esempio, è irreversibilmente distrutto dal diluvio, e con esso,tutti gli altri status-simbol della città come strutture e costruzioni.
  Il ponte è stato infatti costruito originariamente (tutti i ponti in generale) per collegare due punti importanti della città. Nel senso pratico: ovviamente per rendere accessibile e ingrandire la città da più punti.  Si pensi in questo caso all'acqua come ad una barriera o come ad un impedimento per andare dove si vuole, nel senso che è un fattore importante di divisione della città. Sempre in pratica, il ponte viene costruito per facilitare il commercio di mercato, per fare in modo che le merci siano in grado di raggiungere ogni punto della città e di essere ovunque.
Nel suo valore simbolico perciò un ponte rappresenta di per se' il potere governativo ed economico di una città. (Un architetto o un ingegnere che è in grado di progettare e costruire ponti è '' un uomo di intelletto superiore ad un artista o addirittura ad un architetto'', e quindi la costruzione di ponti non è assolutamente un lusso che ogni città o governo si può permettere.)
   Lo spazio urbano può essere perciò tradotto in concetti come un settore di valori e di investimenti da parte dello Stato.
Lo spazio acqueo è sempre osservato e sottoposto a severi controlli, quale oggetto di cura da parte degli organi pubblici e soprattutto gestiti da detentori di precisi saperi tecnici.
Questo stesso spazio non ha più limiti o frontiere nella rappresentazione dei panorami apocalittici in London Views, Fleet Street, Lost Angeles, e nemmeno più neanche le autorità ( re Cnut) è capace di controllare l'acqua che ha distrutto ponti e barriere e avanza per inghiottire il resto di una città-orgoglio, da parte delle autorità.


No comments:

Post a Comment

Search